Piazza San Giovanni in Campo, 12 - 06012 Città di Castello (PG) info@fioreverde.org +39 0758553576

Come combattere la solitudine degli anziani? I consigli di un 90enne inglese

.

Come reagire alla morte della compagna e della sorella?

Un signore inglese di 90 anni ha trovato il modo, scrivendo una lista di cose da fare per alleviare la solitudine.

Il successo è stato immediato!

.

Nel giro di poco tempo Derek Taylor, un arzillo 90enne residente a Manchester (in Inghilterra) ha perso la compagna e la sorella.

Non si è perso d’animo e con il chiaro obiettivo di aiutare gli anziani , abituati – come lui – a vivere una parte della propria vita in una condizione di solitudine, ha stilato una lista di cose da fare per vivere appieno il periodo della vecchiaia, anche senza familiari o parenti al fianco.

Anche perché nel sempre più lungo periodo della Terza Età i bisogni delle persone anziane possono essere assai diversi:

– ci sono i bisogni socio-sanitari, nel momento in cui una persona avanti con l’età diventa fragile e poi non autosufficiente – e quindi necessita di assistenza domiciliare continua o il ricovero in una casa di riposo per anziani – oppure si ammala (demenza senile, morbo di Alzheimer o Parkinson) e, a volte, si alletta (con il rischio di piaghe da decubito, ecc. ecc.);

– ci sono i bisogni sociali, cioè quelli che ha una persona che invecchia bene ma avverte il senso di solitudine o di non essere più utile alla propria comunità; soprattutto per un anziano solo, che non ha più una rete di familiari o parenti, è davvero importante trovare occasioni per stare insieme agli altri, rendersi e sentirsi utile.

UN SUCCESSO INASPETTATO

Per reagire alla perdita delle persone a lui care il signor Taylor si è messo quindi al lavoro e ha creato una specie di guida per combattere la solitudine, composta da piccoli (ma utili) consigli proprio per rendere più colorata la vita quotidiana degli anziani.

Al termine del suo lavoro il 90enne ha inviato la sua guida agli impiegati del Manchester City Council, che ne sono rimasti colpiti.

La lista di consigli è stata inserita all’interno di un opuscolo per sensibilizzare le persone sui problemi di solitudine degli anziani, ma il successo è arrivato inevitabilmente anche sul web e sui social.

Clicca qui per vedere il video dell’intervista in inglese

Il signor Taylor, che ha deciso di seguire i suoi stessi consigli con regolarità, ha affermato di sentirsi “di nuovo vivo”.

LA LISTA DEI CONSIGLI PER SENTIRSI MENO SOLI

Ecco alcuni punti della lista:

– fare uno sforzo per fare nuove amicizie;

– fare amicizia con i vicini di casa;

– imparare a usare il computer presso la biblioteca del quartiere;

– usare il telefono per contattare le persone, senza aspettare che siano loro a contattare te;

– chiamare e incontrare gli amici che non vedi da tanto;

– iscriversi ad un centro ricreativo / università della terza età che ti permetta di coltivare un passatempo o un hobby;

– prendere in considerazione di “mettere in casa” un inquilino o ospite pagante;

– chiedere l’aiuto ai Servizi Sociali del Comune, in caso di bisogno;

– fare volontariato.

LA SOLITUDINE DURANTE LA VECCHIAIA

In Inghilterra – secondo le statistiche di AGE UK – solo il 35% degli inglesi sopra i 65 anni passa quotidianamente del tempo con amici o cari; il 9% degli over 65 ammette di sentirsi tagliato fuori dalla società e circa la metà considera la televisione la principale fonte di compagnia.

In Italia – secondo l’indagine Anziani e Azzardo, condotta da Gruppo Abele, Auser Nazionale e in collaborazione con Libera – gli anziani rappresentano oggi uno dei target d’elezione per il mercato del gioco d’azzardo e sempre più over 65 rischiano di cadere vittime della dipendenza.

I maggiori fattori di rischio? La perdita del ruolo sociale, l’isolamento e la solitudine.

È chiaro, quindi, che il problema della solitudine tra gli anziani non riguarda solo il protagonista di questa curiosa vicenda.

.

Cosa puoi fare TU?

.

.

One Comment on “Come combattere la solitudine degli anziani? I consigli di un 90enne inglese

  1. Grazie, Derek.
    I consigli pratici di chi vive di persona la solitudine sono i benvenuti oggi che, nonostante le apparenze ed i “social”, la società e le famiglie, i cui membri sono presi dall’edonismo materialistico e dall’arrivismo egoistico, trascurano i valori ideali e sono più disgregate di un tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *